Tessiture Sonore

Tessiture Sonore

ACCHIAPPA SUONI TRA LE FIABE

Fin all’inizio delle nostre attività, Tessiture Sonore ha incontrato bambini e genitori in luoghi fantastici, le biblioteche. In particolare siamo stati ospitati della Biblioteca Ragazzi “Rosalia Aglietta Anderi”, del Comune di Biella, con cui si collabora costantemente, ma successivamente siamo stati anche ospitati fuori provincia, in particolare alla Biblioteca di San Benigno Canavese. Abbiamo così ideato un laboratorio in cui la musica si lega alla letteratura per l’infanzia, alle illustrazioni e ai racconti, trasformando le parole e i disegni in suoni.

Tema e metodologia

Ogni fiaba presenta infatti contenuti sonori, filastrocche, e strutture formali che si possono trasformare in piccole opere musicali. La narrazione scelta diventa una sorta di partitura informale, i cui suoni vengono stabiliti insieme ai partecipanti.

Questo laboratorio si sviluppa secondo l’approccio della Pedagogia dell’Invenzione Musicale dove i bambini diventano compositori, improvvisatori ed esecutori di opere musicali costruite insieme all’educatore musicale.  Questo approccio si lega alle metodologie attive dell’educazione musicale, mettendo al centro l’esperienza creativa.

Le finalità del laboratorio sono dunque la creatività, la musicalità, l’attitudine alla cooperazione, e per i bambini più grandi la capacità di astrazione e di rielaborazione interdisciplinare.

Il laboratorio si può sviluppare in un incontro singolo come in un ciclo di incontri, ciò che cambia è l’estensione della narrazione scelta e dunque della progettazione creativa. Ogni incontro prevede quattro momenti:

  • Narrazione, in cui si leggerà insieme la fiaba o la favola scelta;
  • Esplorazione, in cui si familiarizzerà con gli strumenti musicali e i suoni a disposizione;
  • Invenzione, in cui si strutturerà la musica da suonare insieme;
  • Performance, in cui si suonerà l’opera inventata.

 

Destinatari, durata e attrezzatura

Il laboratorio è adattabile a gruppi di bambini della scuola dell’infanzia e della scuola primaria, modificando da una fascia all’altra il contenuto narrativo e la tipologia di strumenti utilizzati. Si può adattare senza difficoltà anche a bambini della fascia 0-3 anni, ma è necessaria la presenza attiva dei genitori.

Si può adattare analogamente anche alla scuola secondaria di primo grado, andando sulla letteratura per adolescenti e utilizzando strumentazione più interessante per questa fascia di età, ma modificando il titolo per renderlo meno infantile.

Il laboratorio è pensato per un gruppo da 5 a 15 partecipanti (senza calcolare gli eventuali genitori, educatori e docenti accompagnatori). La durata di ciascun incontro varia dai 45 minuti per i nidi, 60 minuti circa per la scuola infanzia, 90 minuti per la scuola primaria, 120 minuti per la secondaria.

Non sono necessarie attrezzature particolari, tutti gli strumenti saranno forniti dal conduttore. È necessaria una stanza che possa ospitare in cerchio il gruppo di partecipanti, seduti a terra con tappeti, cuscini oppure con sedie; è necessario che la sala non sia disturbata da passaggi di persone o da rumori troppo forti provenienti da ambienti vicini.

Vuoi saperne di più?